Introdotta da S.Hahnemann nel 1796 con il suo primo saggio…”è un metodo terapeutico che si basa sulla prescrizione di sostanze capaci di curare, a piccole dosi, gli stessi sintomi che provocano nell’uomo sano”.
I principi attivi che compongono il rimedio omeopatico sono quindi simili a quelli che provocano la malattia da curare e, il rimedio più simile di tutti,”il simillimum”, è quello che più di tutti può riportare l’organismo vivente al suo equilibrio naturale.
Si tratta di una medicina naturale che si avvale dell’uso di rimedi minerali, vegetali e animali. Privi di effetti collaterali, i rimedi omeopatici hanno la capacità, opportunamente diluiti e dinamizzati secondo un ben preciso procedimento, di stimolare il corpo umano ed i suoi naturali meccanismi di difesa nella sua reazione contro la malattia. Senza sopprimere i sintomi della malattia, si pone come obiettivo quello di individuarne la cause studiando la costituzione del paziente, il suo temperamento e l’ambiente in cui vive.