“Senza traccia”, l’arte contro l’emarginazione.

Senza traccia, è il titolo del progetto coordinato dal Dottor. Giovanni Bonelli, la Dottoressa Paola Marcucci e l’artista Piero Sani; promosso dall’associazione Riabilita Onlus di Siena, con la collaborazione del Rotary Club Alta Valdelsa ed il patrocinio del Comune di Casole d’Elsa. Lo scopo del nostro progetto è comprendere, attraverso il linguaggio artistico (con opere […]

Accogliere ad Arte

Il presente progetto “Accogliere ad Arte” é stato voluto dai medici della Casa della Salute di Poggibonsi di cui fa parte la Dr.ssa Paola Marcucci con l’obiettivo di rendere più accoglienti i locali della struttura e allo stesso tempo far conoscere alla cittadinanza le varie associazioni che operano nella stessa asl. Sono state coinvolte diverse […]


L’esperienza del silenzio Arteterapia – Fotografia – Teatro

Il silenzio nel suo valore negativo (solitudine/dolore) o positivo (spazio di riflessione) è l’esperienza di questo nuovo anno.La solitudine nella malattia (difficoltà di comunicare), nel sociale (ritiro autistico) e nella vita quotidiana attuale, trova nell’arte un momento di riflessione e di comunicazione.Questo è il nostro obiettivo: condividere il silenzio nei suoi vari aspetti di ascolto […]


ALZHEIMER: oltre il corpo e la mente

Venerdì 28 settembre alle ore 17:00 – presso i locali della Coop – Via Trento Poggibonsi Se anche tu hai un Familiare affetto da demenza vieni a scoprire i servizi gratuiti che abbiamo pensato per supportare le famiglie e contrastare l’incedere della malattia, mediante laboratori occupazionali e non solo. Vedi qui la locandina con il […]


Città Invisibili – il Libro

Il primo obiettivo del nostro lavoro è stato quello di creare un ponte di comunicazione tra persone diverse usando una metodologia che ha sia valore diagnostico che terapeutico: l’arteterapia. L’arteterapia usa come mezzo di comunicazione le immagini. Si avvale perciò di un linguaggio semplice e diretto che proprio per queste sue caratteristiche risulta facilmente comprensibile. […]

Conferenza 8 Aprile 2017 “La pianta della città immaginaria”

L’obiettivo del progetto è stato ancora quello di usare l’arte ed i suoi materiali come strumento di terapia. Le grandi potenzialità dell’Arteterapia come strumento conoscitivo di sé stessi e di trasformazione sono ormai consolidate e gli strumenti a nostra disposizione sono davvero tanti. “Perché disegnare la pianta delle città? Se, come scriveva Calvino, noi siamo […]